Bourgie: la lampada quindicenne che rimarrà sempre giovane

Nata nel 2004, la Bourgie di Kartell sembra stata presentata ieri, grazie alla freschezza progettuale ed al suo stile. Sarà difficile vederla invecchiare!

Questo lampada è il mix tra design e materiale e, se non conoscessimo la data di uscita, sarebbe incollocabile all’interno di una finestra temporale. 

Se le forme possono essere attribuite, ad esempio, agli anni ‘50, ma l’ispirazione barocca toglie ogni contatto con l’attualità. Pertanto possiamo definirla un’icona Pop senza tempo! 

 

La nascita di questa icona è stata possibile grazie al lavoro di Ferruccio Laviani, il quale è riuscito a creare il connubio perfetto tra tradizione e innovazione, enfatizzando il progetto con un pizzico di ironia. Sperimenta forme inedite con un materiale come il policarbonato, lavorandone la liscia superficie attraverso plissettature riflettenti e rilievi riccioluti.

L’effetto, una volta accesa la lampada da scrivania, è un gioco dai mille riflessi che affascinano secondo dopo secondo. 

La Bourgie è uno di quei prodotti che attira l’attenzione in un attimo. Questo poichè nella sua essenza c’è un forte contrasto tra forma e materiale e ciò le conferisce una valenza comunicativa dirompente. 

Perfetta lampada da scrivania, si trasforma in poco tempo in lampada da ufficio, in compagna di lettura, in luce d’atmosfera ed in oggetto di design immancabile nelle abitazioni irriverenti.

Dopo le versioni nero, oro, argento, bianco/oro e trasparente, Bourgie Kartell è proposta in tre nuove vesti multicolore.

Kartell, con questo oggetto, modifica l’idea comune della plastica e la rende un materiale sofisticato e prezioso, trasformando la lampada in un vero e proprio bene di lusso.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *